Archivi tag: Benessere

Depurare il colon, alcune guide utili

Se per la prima volta nella vostra vita il tema della disintossicazione e della pulizia del colon sono attuali probabilmente non vi siete chiesti prima se il vostro organismo fosse pulito dentro. Dedichiamo sempre grande attenzione alla pulizia esterna del corpo: laviamo il nostro corpo, i denti, i capelli – ma dentro siamo davvero puliti? Oggi, poichè sempre più sostanze velenose entrano in contatto col nostro corpo, diventano indispensabili la disintossicazione del colon (il sistema fognario del nostro organismo), del fegato e degli altri organi interni, proprio come è il cambio dell’olio nel caso di un’ automobile. 1

L’aloe vera. L’aloe vera è una pianta particolarmente apprezzata per via delle sue proprietà curative legate ai disturbi della pelle. Oltre alle applicazioni topiche sulla cute, il gel di aloe vera costituisce uno dei migliori lassativi naturali. Tale ingrediente è infatti molto usato anche in molti prodotti di pulizia per il colon proprio per via della sua capacità di stimolare i movimenti peristaltici nell’intestino, contribuendo alla rimozione delle feci. Questa capacità dell’aloe è dovuta alla presenza di composti noti come antrachinoni, ovvero glicosidi che oltre a favorire la peristalsi intestinale, aiutano a eliminare i microbi, e leniscono le irritazioni al colon. Un’altra pianta che agisce in modo del tutto simile all’aloe è la senna (Cassia angustifolia), anch’essa contenente antrachinoni. 2

La dieta

Il programma dimagrante si articola in una settimana ed è suddiviso in 5 pasti al giorno, più la tisana depurativa dopo cena. Si basa su sei giorni di pasti proteici, cioè caratterizzati da una dose giornaliera di proteine uguale alla dose di carboidrati e su un giorno (venerdì) di pasto glucidico, cioè caratterizzato da un incremento della quota giornaliera di carboidrati. 3

6 alimenti per uno stile di vita sano ed una buona pulizia dell’intestino

Ecco un elenco di sei alimenti che, inseriti in una dieta, possono aiutare a mantenere un intestino sano. 4

Sitografia ed approfondimenti

Disintossicazione-pulizia intestinale, Sito web Fai da te consigli, Come depurare il colon Più sani più belli, La dieta depurativa dell’intestino Cado in piedi, 6 alimenti per purificare l’intestino

Esame video dermatoscopico

La dermatoscopiadermoscopia o epiluminescenza, è una tecnica non invasiva rivolta alla diagnosi precoce del melanoma basata su uno strumento ottico chiamato dermatoscopio che permette di osservare patterns sub-cutanei non visibili ad occhio nudo favorendone il riconoscimento.

Il dermatoscopio ottico è un piccolo strumento manuale basato su una lente, in grado di fornire ingrandimenti prevalentemente compresi tra le 10 e le 20 volte, appositamente illuminata con luce incidente. È oggi dimostrato come la dermatoscopia incrementi la sensibilità diagnostica per il melanoma rispetto alla semplice visione ad occhio nudo del 20-30% permettendo diagnosi sempre più precoci.

Le esperienze di quest’ultimo decennio hanno consentito di estendere l’applicazione di questa tecnica diagnostica anche alle lesioni della cute non pigmentate. La dermatoscopia risulta oggi particolarmente efficace nel riconoscimanto dei tumori cutanei non melanocitari quali il carcinoma basocellulare e la malattia di Bowen e di altre neoformazioni cutanee quali le cheratosi seborroiche, le cheratosi attiniche, il dermatofibroma, l’acantoma a cellule chiare. Una ulteriore indicazione di tale metodica è la ricerca dell’acaro della scabbia. 1

L’epiluminescenza si è rilevata una metodica importante per ridurre il numero di asportazione chirurgiche inutili, data la sua elevata accuratezza diagnostica (possibilità di fare diagnosi) per il melanoma in fase iniziale, le neoformazioni pigmentate sospette o l’identificazione di tumori cutanei quali: basalioma, spinalioma, ecc. 2

Sitografia ed approfondimenti

Wikipedia, Dermatoscopia Dermatologo, Epiluminescenza, Dermoscopia, Dermatoscopia e Mappatura dei Nei: A cosa serve?

Viso screpolato e rimedi naturali

I rimedi per il neonato sul forum di Cerco un bimbo.

Rimedi naturali per idratare la pelle del viso secca e screpolata. Se la pelle del tuo viso si presenta arida, tesa e spenta la parola d’ordine è “idratare”. Ponendo maggiore cura all’idratazione della tua pelle, infatti, potrai restituire a essa morbidezza ed elasticità, che le conferiranno al tuo viso un aspetto sano e luminoso.

Bevi grandi quantità di acqua. Questo punto è davvero semplicissimo, ma spesso sottovalutato. La tua pelle ha bisogno di acqua per rimanere morbida e liscia. Mentre applicare l’acqua sulla pelle la seccherà di più, metterla nel corpo è essenziale per mantenere l’idratazione.

rimedi naturali per la pelle sensibile. I problemi di cui vi parleremo in questo articolo sono volti a dare sollievo e aiuto a quelle persone che presentano un epidermide che, per costituzione, appare troppo sensibile, delicato e tendente ad arrossamenti, screpolature e desquamazioni da contatto o da reazione.
La pelle sensibile, infatti, è causata nella stragrande maggioranza dei casi da allergie, intolleranze alimentari e/o reazioni specifiche a certi prodotti (tra cui cosmetici e saponi), ma anche stress, sfasamenti ormonali e forti emozioni possono portare alla comparsa della sintomatologia caratteristica di questo tipo di epidermide. Oltre a indicarvi dunque quali sono i migliori rimedi naturali per la pelle sensibile, in questo articolo parleremo anche di come contrastarne le varie manifestazioni attraverso una dieta corretta e l’analisi accurata dei fattori scatenanti la reazione cutanea sopra descritta.

Ricette naturali per il viso

13 rimedi naturali per viso, corpo e capelli. Per eliminare le impurità del viso e avere una pelle sana e luminosa, prova a fare una maschera purificante all’argilla una volta alla settimana: ha anche un effetto antiacne.

Procurati dell’argilla argilla dall’erborista, aggiungi un po’ d’acqua e qualche goccia di olio essenziale al rosmarino, applicala sul viso e lasciala in posa finché l’argilla non si secca.

Se invece vuoi far sparire un brufolo, applica sulla zona incriminata un impacco di albume montato a neve con succo di limone per 10 minuti.

Cosmetici naturali per il viso. Un rituale idratante in due mosse da ripetere ogni mattina.

Gli ingredienti
Un piccolo flacone a pompa (20 cl)
Un flacone d’acqua di fiori d’arancio, dalle proprietà idratanti
10 cl d’olio di carota
10cl d’olio di rosa mosqueta, che regola la formazione di sebo

La ricetta 
Ogni mattina, per tonificare la pelle, usa l’olio di fiori d’arancio. Applicalo abbondantemente sul viso con un battufolo di cotone.
Mescola l’olio di carota con l’olio di rosa e versa il miscuglio nel flacone.
Massaggia il viso con questo cocktail ogni mattina, prima del trucco.
Se hai la pelle molto secca, usa l’olio di argan, e se la pelle è grassa, scegli una miscela di acqua di rose e olio di rosa, per regolare la produzione di sebo.

qs20x201

Bisfenolo A: attenzione alla plastica alimentare

19 Luglio 2013

Terra madre

I contenitori di plastica che utilizziamo per conservare gli alimenti potrebbero contenere BPA, ovvero il Bisfenolo A, di cui ho già parlato più volte.

Il bisfenolo A è un composto chimico usato da oltre quarant’anni nella produzione del policarbonato, un tipo di plastica rigida con cui si fabbricano biberon, piatti, tazze, caraffe, stoviglie adatte al microonde e recipienti vari ad uso alimentare. Il bisfenolo viene utilizzato anche per produrre il materiale plastico che riveste internamente lattine, scatole metalliche (es. scatole per il tonno o la passata), serbatoi per acqua, etc.

Terra madre

29 Agosto 2011

360° blog

Quello che ognuno di noi può scoprire semplicemente guardando sotto il contenitore incriminato é un numero corrispondente alla materia plastica di cui è costituito, se si legge un 3 o un 7 significa rispettivamente che quel contenitore è stato fatto con PVC (cloruro di polivinile) un tipo di plastica con effetti tossici sull’organismo perché contenete DEHA (secondo numerosi studi provoca se esposti a lungo periodo diminuzione di peso e massa ossea, danni epatici e danni al sistema riproduttore, cancro e non solo è tossico se usato a contatto con alimenti ma lo è anche durante il suo ciclo produttivo e il suo smaltimento) sostanza che più facilmente si accumula tramite i grassi come ad esempio nel confezionamento della carne coperta con pellicola di plastica contenente DEHA, ed il n°7 invece significa una serie di plastiche diverse tra cui il policarbonato che contiene bisfenolo A solitamente abbreviato in BPA anche definito in ambito scientifico distruttore endocrino, è un mattone fondamentale nella sintesi di plastiche e additivi plastici ed i suoi derivati sono in commercio da più di 50 anni.

360 Gradi blog

Come eliminare la pancia definitivamente

Le maglie ti stanno strette, sei obbligata sbottonare i pantaloni a fine pasto? La pancia è una delle zone più sensibili del tuo corpo. Essendo una riserva di grasso, si gonfia, accumulando adiposità. Segui i nostri consigli per ottenere un ventre piatto e un vitino da vespa, senza fare troppi sacrifici.

Perché è importante perdere grasso dalla pancia? Al di là del fatto che guardare il grasso sulla propria pancia è tutt’altro che piacevole per gli occhi e finisce per scoraggiare chi cerca di tornare ad avere una buona forma fisica, smaltire il grasso in questa zona apporta numerosi benefici per la salute.

Non è certo fondamentale sviluppare un addome scolpito, ma eliminare quello sgradevole gonfiore. Cosa fare dunque nell’immediato? Il primo passo è eliminare i cibi grassi e le fritture.

Bando dunque agli snack e ad altri alimenti che presentano al loro interno grassi transgenici e alimenti dannosi come dolci e salumi.

Come accelerare il metabolismo

Alcune persone ereditano un metabolismo veloce e altre hanno bisogno di sudare per ottenerlo. Talvolta, bisogna sudare nel vero senso della parola! La massa metabolicamente più attiva è quella magra, di conseguenza chi ha più tessuto muscolare brucerà più calorie; un modo per accelerare il metabolismo è quindi quello di sviluppare più massa muscolare e diminuire la massa grassa. Quando vogliamo aumentare il nostro metabolismo per perdere massa grassa, c’è un modo efficace? Accelerare il metabolismo sicuramente ci aiuterà a bruciare più calorie anche durante le fasi di riposo.

Il metabolismo risulta essere più attivo negli uomini che nelle donne e inizia a rallentare dopo i 40 anni. Sebbene non sia possibile controllare fattori come età e sesso, possiamo attuare delle strategie per dare una piccola spinta al nostro metabolismo. La prima è proprio quella riguardante la massa muscolare.